1959 PAUL MENISSIER PANHARD SPECIAL € 39.800

1959 PAUL MENISSIER PANHARD SPECIAL

Immatricolata la prima volta in Francia il 12 gennaio 1950 con la targa 6040AT3, il 30 maggio del 1959 è stata trasformata in Barchetta con il n. 63-59-26.

Sempre rimasta in Francia fino al 18 ottobre 2013 quando fu acquistata da un collezionista italiano.

Un’auto da corsa dal design tecnico rivoluzionario.

Questa originalissima barchetta da corsa è una superstite di un periodo molto attivo e creativo per le corse automobilistiche. Il produttore è Paul Ménissier, un pilota che aveva sede a Drôme (nel sud della Francia).

Paul Ménissier era un agente Citroën e un pilota da corsa.

Ha progettato e costruito questa PMS-Panhard sulla base di un concetto audace: associando motore centrale e trazione anteriore, l’auto combina l’equilibrio ideale del peso con la potenza direzionale della trazione anteriore.

Per alimentare il prototipo fu utilizzato un motore bialbero Alfa Romeo.

Ora, l’auto è dotata di una Ford 4 cilindri in linea.

Spinta dal motore Alfa-Romeo fu utilizzata dallo stesso Paul Ménissier, tra gli altri eventi, sul famoso Course de Côte du Pin.

La caratteristica più originale della vettura è la sua struttura motore centrale/trazione anteriore, unica nella Storia su un’auto da corsa.

Il telaio è un Panhard Dyna X modificato, dotato di una sospensione posteriore più avanzata che include molle elicoidali.

Il treno delle ruote anteriori riceve potenza da un albero di trasmissione che attraversa l’abitacolo.

 

Ben consapevole degli enormi vantaggi della trazione anteriore per la tenuta di strada, Ménissier ha deciso di mettere il peso del motore a centro per un equilibrio perfetto, pur mantenendo le qualità di tenuta di strada della trazione anteriore della Dyna-X.

La tecnologia del motore centrale era davvero nuova a quel tempo (la PMS fu costruita nel 1958-59, mentre la Ferrari passò dalle auto sportive a motore anteriore a quelle a motore posteriore solo nel 1963…!).

Abbinato alla trazione anteriore, la PMS è davvero rivoluzionario, anche per gli standard odierni.

Inoltre, la carrozzeria è stata disegnata seguendo avanzati disegni aerodinamici, strettamente derivati dalle Porsche spider da corsa.

La carrozzeria è stata infine ulteriormente affinata con una parte anteriore più lunga (probabilmente progettata per generare più forza verso il basso), così come delle “pinne” posteriori non lontane dalle auto di ultima generazione contemporanee.

 

La Ménissier ha corso due volte alla cronoscalata “Course de Côte du Pin”, prima nel 1960 o 61, poi nel 1962 – vedi foto qui sotto con una carrozzeria ancora sperimentale…sostituita con quella che conosciamo oggi, probabilmente alla ricerca di carico aerodinamico sull’anteriore.

L’articolo di stampa qui sopra è stato comunicato da Charly Rampal, noto esperto di Panhard (Dynamic-Club Panhard) e dal suo amico Gérard Trémouilhac (ex membro del GRAC Team).

Grazie a loro e anche a Marcel, un amico di Ménissier, che ha aiutato a identificare l’auto.

Ménissier era un pilota di talento che partecipò al Rally di Monte-Carlo con una Citroën DS.

MARCA PMS PANHARD
ANNO 1959

    RICHIESTA INFORMAZIONI


    COURS DE COTE DU PIN

    Nella prima foto la vettura nella configurazione di carrozzeria iniziale alla partenza  della gara con Paul Menissier (n205) di Livron sur Drome su Menissier Speciale 13° regionale, 64° generale, 6° della Classe 1 sport

    Nella seconda fotografia la vettura in una gara successiva con la carrozzeria definitiva.

    CONDIZIONI DI VENDITA:

    Poiché potrebbe verificarsi un ritardo nell’aggiornamento degli annunci il prezzo pubblicato è da considerarsi indicativo.

    C.L. si riserva la facoltà di modificare i prezzi di listino in funzione delle migliorie apportate ai veicoli o alle variazioni di mercato. Si invita a fare riferimento al listino ufficiale disponibile in sede. I dati informativi e le caratteristiche del veicolo sono indicativi e non vincolanti, C.L. non risponde per la eventuale mancanza o difformità delle componenti rispetto alle caratteristiche originali di produzione dei veicoli ed è quindi fatto onere all’acquirente di mettere in atto tutte le verifiche necessarie prima di procedere all’acquisto. Pertanto la descrizione è puramente indicativa e non ha valore contrattuale.

    Trattandosi di autoveicolo d’epoca a causa dell’età e del chilometraggio percorso non è in condizioni perfette e presenta vari difetti che sono visti e accettati dal compratore, con espressa intesa che il venditore è liberato da qualsiasi responsabilità e garanzia in ordine a vizi eventuali dell’autoveicolo stesso, palesi od occulti, sia se relativi alla macchina nel suo complesso, o alle sue parti, sia se concernenti il suo funzionamento, e ciò senza riserva alcuna, anche ad ogni effetto dell’art. 1341 del Codice Civile. Qualora il compratore ritiri la merce senza avvalersi del diritto di collaudo, la merce stessa si considera accettata incondizionatamente come vista e piaciuta.

    Sei interessato?

    info@cristianoluzzago.it

    +39 328 2454909

    Contattaci telefonicamente

    EXPORT-IMPORT

    Ci occuperemo di fornire tutti i documenti necessari per tutte le auto acquistate da noi. Possiamo organizzare il trasporto su strada, mare o via aria. Vi preghiamo di contattarci per ulteriori informazioni e termini e condizioni.

    print